#FlashNews: Matematica accessibile per tutti grazie all’OCR Math Pix

Tempo di lettura: 3 minuti

Ho sempre pensato che fare rete, vivere esperienze e conoscere nuove persone, possa portare un beneficio che a lungo termine risulta impagabile.
Ciò mi porta inconsciamente a voler fare nuove amicizie e ad avere molti interessi.
In questo mio girovagare di messaggi, email e letture, mi capita di fare grandi scoperte, anche solo per un passaparola.
L’incontro con Math Pix è frutto di tutto ciò, non è farina del mio sacco, come invece lo è la voglia di diffondere e condividere con altri ciò che scopro.

Cosa è Math Pix

Math Pix è un sistema OCR, pensato specificamente per la matematica e per le materie STEM in generale. Gli ocr che normalmente usiamo sono in grado di riconoscere testo semplice, come quello dei pdf scritti al computer o quello dei libri scansionati.
Ma quando si tratta di riconoscere anche la matematica falliscono.
Questo ocr invece la riconosce, permettendo la digitalizzazione accessibile di un documento, una dispensa o un libro contenente formule.
Pensiamo ad esempio alla matematica contenuta nei libri scolastici, nelle dispense e appunti universitari e addirittura alla matematica scritta a mano.

Ma cosa significa tutto ciò?

Significa che possiamo finalmente avere dei documenti digitali accessibili, anche se contengono formule matematiche, partendo da un pdf non accessibile.
Ad oggi ciò non era possibile, a meno che non avessimo i sorgenti latex di tali documenti, ma come si sa non è semplice procurarseli, spesso per problemi di copyright.
In alternativa avremmo dovuto trovare qualcuno che ci trascrivesse in latex ciò che leggeva su tali documenti, persone non semplici da trovare, costose e che comunque necessitano di diverse ore di lavoro per ottenere un risultato finale utilizzabile.
Conosco diversi non vedenti che hanno dovuto dedicare più tempo alla ricerca di materiale accessibile e alla sua creazione, piuttosto che dedicare tale tempo allo studio.
Ciò porta frustrazione e tempi dilatati per studiare e apprendere nuove nozioni.
In molti casi può portare alla resa, perchè fare tutta questa fatica per poter studiare come tutti?

Cosa fa Math Pix in breve

Tramite il portale di Math Pix è possibile registrare un nuovo account ed iniziare subito a convertire i propri documenti.
Supporta l’upload di pdf multipagina e ci da la possibilità di esportare il risultato ocr in diversi formati, tra cui il Latex, l’html e il formato Microsoft Word. Come vedete tra gli output non è presente il pdf stesso, proprio perchè al momento non è un formato di output che ci permette facilmente di inserire matematica in modo accessibile, per questo rimando al mio articolo su axessibility.
Tra i vari formati di output, personalmente, preferisco il latex, dato che da questo formato si può poi generare un output più personalizzato, come spiegato in questo mio articolo.
Aggiungo che con Math Pix, viene effettuato il riconoscimento sia della matematica, sia del testo scritto, con il supporto della lingua italiana.
L’account free ci da la possibilità di elaborare 20 pagine al mese, in alternativa ci si può abbonare a 4.99$ al mese e portare questo limite a 250 pagine.
Una volta registrati e loggati si possono leggere tutti i dettagli sui costi e vedere anche quanto costano eventuali pagine fuori soglia.
Si può anche dare uno sguardo agli altri servizi offerti.

In conclusione

Questo non vuole essere un articolo esaustivo sull’argomento, ma vuole essere un tentativo di condividere con tutti l’esistenza di questo prodotto rivoluzionario per noi non vedenti.
Il software Math Pix non è pensato appositamente per le persone con disabilità, ma è stato progettato per tutti coloro che scrivono matematica nel mondo e questo ci fa ben sperare per il futuro.
Ho personalmente provato a convertire diverse dispense universitarie e sono rimasto entusiasta del risultato.
Ringrazio particolarmente Alberto e Simone che mi hanno parlato di questo prodotto, così ho deciso di provarlo anche io!

Pubblicato da

Alessandro Albano

Analista programmatore, formatore e tiflologo.